Fin dal suo esordio la nostra associazione si è data l’obiettivo di fare un vino naturale, che salvaguardasse i sapori di laguna e la vinificazione tradizionale, senza utilizzo di chimica e senza “aiutini” enologici : un vino come quello che per secoli è stato fatto nelle isole veneziane. Con i pochi mezzi a nostra disposizione non ci è stato difficile seguire queste regole.
Ma come lavoriamo? La vendemmia comincia sempre in un momento preciso, tra l’attimo di piena maturazione dell’uva e l’attimo precedente in cui, se aspettiamo ancora un po’, di uva non ce n’è più (è mangiata tutta dagli uccelli). I grappoli li selezioniamo due volte, al momento della raccolta e prima della pigiatura: abbiamo bisogno di uva sana se non vogliamo usare solfiti. Per pigiare usiamo i piedi (anche quelli dei nostri figli). Le mani ci servono poi, per diraspare.